27.02. - 03.03.2018 Weltleitmesse für Rollladen, Tore und Sonnenschutz

Il padiglione Paul Horn offre chance e apre nuovi mercati

08.11.2016 - 16:00

L’ampliamento dell’area espositiva permette di ottimizzare la progettazione del padiglione

“La nuova proposta progettuale del padiglione offre molte possibilità per migliorare ulteriormente l’allestimento della R+T e occuparsi miratamente delle esigenze dei nostri espositori e dei nostri visitatori“, riferisce Sebastian Schmid, responsabile dello sviluppo della fiera. “Ci siamo presi volutamente del tempo per analizzare le nuove condizioni e le possibilità legate ad esse. Ora il progetto è completo.“

Il progetto

In linea di massima, con l’estensione dell’entrata ovest i visitatori saranno distribuiti in modo più omogeneo – a partire dal 2020 addirittura con il collegamento diretto alla rete della ferrovia urbana. Con i padiglioni Alfred Kärcher (padiglione 8) e Paul Horn (padiglioni 10) il settore porte/portoni disporrà di una propria entrata potendosi, così, presentare in futuro in modo ancora più compatto rispetto al passato. La brevità dei percorsi e la struttura del centro fieristico di Stoccarda permettono ora di centralizzare ulteriormente il settore della protezione contro il sole potenziandone la qualità.

Senza modificare sensibilmente l’assetto del padiglione e dei suoi espositori fissi, a partire dal 2018 la protezione contro il sole sarà presente anche ai padiglione 4 e 6 (Oskar Lapp). “Infatti, per i nostri espositori l’acquisizione di nuovi gruppi target riveste un ruolo essenziale”, racconta Sebastian Schmid. Così, per la prossima R+T il padiglione Oskar Lapp (padiglione 6) si trasformerà anche nella mecca della gastronomia e dell’hotellerie. “Con questo progetto ci rivolgiamo ai tradizionali visitatori della R+T, ma anche miratamente a tutti i decisori coinvolti nell’investimento e nell’estensione delle aree gastronomiche. Con Renson e Weinor siamo riusciti ad acquisire sia ditte internazionali nuove che noti espositori i quali contribuiranno a coniare in modo essenziale l’immagine del nuovo padiglione partecipando alla R+T 2018 di Stoccarda”, afferma Sebastian Schmid.

Paul Renson, direttore generale dell’impresa belga Renson, sostiene volentieri lo studio progettuale del padiglione: “Siamo molto lieti di far parte del nuovo progetto e di poter partecipare attivamente alla realizzazione dello sviluppo futuro della fiera. I visitatori della R+T 2018 possono essere lieti della nostra presenza e attendere già ora con impazienza la presentazione della ditta Renson.”

Anche Thilo Weiermann, direttore della Weinor GmbH & Co. KG di Colonia, si rallegra delle nuove chance che scaturiranno dalla partecipazione fieristica della sua ditta: "Il nostro piazzamento nel nuovo padiglione ci permette di attuare perfettamente il progetto del nostro stand in collaborazione con la direzione fieristica – una premessa ideale per convincere il pubblico specializzato della forza innovativa della Weinor."

Buon collegamento in rete

Outdoor, living, ambiente – con questi eventi clou la prossima R+T avrà quindi un asso nella manica. Il fatto che in questo centro fieristico la Messe Stuttgart organizzi già una fiera innovativa sulla gastronomia - la INTERGASTRA – è garanzia di nuove sinergie ideali: “Non solo possiamo collaborare attivamente con questa fiera, ma sfruttare anche il network già esistente e il know how di settore”, spiega Sebastian Schmid. Si tratta pertanto delle migliori premesse per perfezionare con successo la R+T di Stoccarda quale piattaforma di settore già consolidata e arricchirla di altri temi, oltre a quelli già noti, capaci di soddisfare le richieste di mercato.

Didascalie delle immagini:

RT_18_PM3_Hallenstruktur: Il nuovo padiglione Paul Horn permetterà di ottimizzare la progettazione del padiglione in vista della R+T 2018.
Fonte fotografica: Messe Stuttgart

RT_18_PM3_Paul_Renson: Paul Renson è lieto di fornire il suo sostegno allo studio approfondito di progettazione del padiglione.
Fonte fotografica: Renson

RT_18_PM3_Renson_Loggia: A Stoccarda, la ditta Renson presenterà il suo variegato portfolio di prodotti.
Fonte fotografica: Renson

RT_18_PM3_Weinor_Weiermann: Thilo Weiermann si rallegra delle nuove chance per la sua ditta, generate dalla nuova progettazione del padiglione.
Fonte fotografica: Weinor

RT_18_PM3_Weinor: Alla R+T 2018, il produttore Weinor esporrà al pubblico specializzato tutta la sua forza innovativa.
Fonte fotografica: Weinor

 

La R+T

Da oltre 50 anni le aziende della R+T – Fiera leader mondiale per avvolgibili, porte/portoni e protezione contro il sole – presentano le loro innovazioni e illustrano soluzioni attinenti i temi centrali del settore. Sia durante la manifestazione che ai numerosi eventi serali, la R+T offre la possibilità di realizzare scambi con i colleghi, proponendosi come piattaforma ideale per condurre colloqui tecnici.

I numerosi forum e gli eventi per la creazione di reti consentono di allacciare contatti e raccogliere nuovi stimoli per le attività quotidiane. Quale fiera leader mondiale, la R+T rappresenta sia un punto d’incontro che un barometro di tendenza oltre a essere una piattaforma per le innovazioni. 

Con l‘Associazione federale avvolgibili e protezione contro il sole (BVRS), l‘Associazione di categoria porte/portoni in seno all’Unione federale dei fabbricanti di porte/portoni (BVT) e l’Associazione industrie tessili tecnici - avvolgibili - protezione contro il sole (ITRS), la R+T è affiancata da partner potenti che garantiscono l’orientamento del mercato. La R+T coinvolge numerose associazioni e istituzioni, quali la ES-SO European Solar Shading Organisation e la ift Rosenheim, che contribuiscono a realizzare attivamente il programma collaterale. 

Nel 2015, a Stoccarda si sono presentati 888 espositori (2012: 816) provenienti da ogni parte del mondo. Oltre alla presenza di importanti paesi espositori, fra i quali Italia, Francia e Paesi Bassi, nel 2015 la R+T ha registrato un aumento dei paesi non ancora rappresentati a questa fiera, come l’Irlanda, la Lettonia, la Malesia, gli Emirati arabi uniti e la Romania. Anche i 59.057 visitatori sono arrivati da ogni dove, in particolare da 131 paesi. Complessivamente il 54 percento dei visitatori era di provenienza straniera e il 79 percento di esso è arrivato dall’Europa. In media i visitatori si sono presi due giorni per scoprire in dettaglio le innovazioni e i trend della R+T.

 

zurück zur Übersicht