27.02. - 03.03.2018 Weltleitmesse für Rollladen, Tore und Sonnenschutz

Aperti a tutto

09.06.2017 - 00:00

R+T 2018: coperture per terrazzi varie quanto mai

Le coperture per terrazzi sono quanto mai varie, sia per grandezza che per realizzazione tecnica o estetica. Proteggono efficacemente dalle intemperie – dal troppo sole, dal movimento del vento o dagli scrosci di pioggia. I sistemi di copertura si adattano perfettamente alle condizioni meteorologiche e strutturali. Proprio per questo motivo, negli ultimi anni la domanda delle coperture per terrazzi ha registrato una crescita continua, sia in ambito privato che pubblico.

Aperti a tutto

La ditta belga Renson, ad esempio, punta sulle tettoie moderne, dritte e modulari. Il suo sistema Algarve adempie ai requisiti di un tetto solido e libero che, all’occorrenza, può essere aperto. La variante speciale Algarve Roof consente inoltre di integrare il tetto a lamelle fra strutture già esistenti in muratura oppure a telaio.

La copertura Camargue è usata, invece, per i gazebo; fornisce maggior protezione dagli sguardi indiscreti e dalle intemperie, e in caso di vento e di pioggia offre un luogo piacevole in cui trattenersi. “Oltre al tetto lamellare apribile mediante rotazione, questo modello offre quasi tutti gli accessori comfort, come se si trattasse di una struttura fissa”, spiega il direttore delle vendite Christian Thomas. Su richiesta, il gazebo può essere dotato di pareti scorrevoli in vetro, tende antivento verticali, vari tipi di serrande scorrevoli lamellari, luci LED, riscaldamento a pannelli radianti o altoparlanti. Christian Thomas: “Molte opzioni sono integrate nella struttura della tettoia in modo praticamente invisibile.” E’ addirittura possibile guardare il cielo con Skye! In questo caso, il tetto non solo si apre, ma scorre interamente su un lato.

Nello sviluppo delle coperture per terrazzi si attribuisce sempre un grande valore alla qualità di lavorazione, che deve essere alta, e alla manutenzione, che deve essere minima. L’acqua piovana raccolta mediante le lamelle del tetto viene condotta, senza che si veda, dentro il montante e i cavi elettrici sono integrati in modo discreto nella struttura portante. Le coperture per terrazzi sono modulari e la grandezza degli elementi può arrivare fino a 4,5 x 6 m. “Unendo vari moduli è possibile coprire anche terrazzi di grandi dimensioni. Quindi, questo sistema si presta anche alla gastronomia di qualità e agli hotel“, illustra Christian Thomas.
Le lamelle proteggono dalla pioggia, dal sole e dal vento; se leggermente aperte, in estate permettono di deviare l’aria calda verso l’alto, creando una temperatura gradevole.

Modelli ottimizzati

Anche la Nova Hüppe presenterà sistemi flessibili a tutto tondo. Il direttore generale Normen Strecker anticipa: “Alla R+T 2018 esporremo una nuova versione del nostro Novatop Q.bus.” Il modello attuale di questa soluzione d’ombreggiamento attira soprattutto per la sua qualità e la sua flessibilità. Il Novatop Q.bus convince per il suo design orientato a una moderna architettura, per il suo gioco realizzativo flessibile e per il suo meccanismo di abbassamento brevettato. Il modello di base è concepito come impianto a quattro montanti totalmente libero e può essere ampliato in modo praticamente illimitato grazie ad altri impianti Q.bus fino a diventare il più grande sistema di ombreggiamento possibile. E’ disponibile anche la versione da montare alla parete. “In questo caso l’impianto è montato direttamente alla facciata della casa e può essere realizzato anche come “versione copertura”, dice Normen Strecker.

Gli elementi frontali e le dimensioni potenziate del cassone offrono attualmente grandezze massime del tendaggio principale, pari a 600 o 550 cm di larghezza, e un elemento frontale di 400 o 450 cm. Normen Streker: “Anche le funzioni integrabili nel sistema sono interessanti; ad esempio quella audio integrata nel telaio, per cui il Q.bus funge da corpo di risonanza. Molto richiesti sono inoltre i faretti led incassati e i radiatori di calore che prolungano notevolmente il soggiorno all‘aperto.”

Tutto considerato

Nei padiglioni della Fiera leader mondiale per avvolgibili, porte/portoni e sistemi di protezione solare gli operatori potranno visionare direttamente numerose soluzioni attinenti le coperture per terrazzi e farsi un’idea approfondita delle soluzioni che in futuro potranno allungare considerevolmente la stagione all’aperto dei loro clienti - a prescindere da premesse strutturali, bizze meteorologiche o richieste specifiche di realizzazione.

La R+T

Da oltre 50 anni le aziende che espongono alla R+T – Fiera leader mondiale per avvolgibili, porte/portoni e sistemi di protezione solare – presentano innovazioni e soluzioni relative agli argomenti centrali di questo settore. Durante la manifestazione o a uno dei tanti eventi serali, la R+T offre l’opportunità di realizzare scambi con i colleghi, proponendosi come piattaforma ideale per intavolare intense discussioni tecniche. I numerosi forum di settore e gli eventi di networking permettono inoltre di allacciare contatti e raccogliere nuovi impulsi per le attività quotidiane in azienda. In qualità di fiera leader di settore, la R+T rappresenta sia un punto d’incontro che un barometro di tendenza oltre a essere una piattaforma per le innovazioni.

L’Associazione federale avvolgibili e protezione contro il sole (BVRS), l’Unione federale dei fabbricanti di porte/portoni (BVT) e l’Associazione industrie tessili tecnici - avvolgibili - protezione contro il sole (ITRS) sono per la R+T solidi partner in grado di garantire l’orientamento del mercato. La R+T coinvolge numerose associazioni e istituzioni, come la ES-SO European Solar Shading Organisation e l'ift di Rosenheim, contribuendo attivamente alla realizzazione del programma collaterale.

Nel 2015, a Stoccarda si sono presentati 888 espositori (nel 2012 erano 816) provenienti da tutte le parti del mondo. Oltre ai paesi espositori importanti, fra cui Italia, Francia e Paesi Bassi, all'edizione 2015 hanno partecipato anche paesi che fino a quel momento non avevano mai aderito, come Irlanda, Lettonia, Malesia, Emirati Arabi Uniti e Romania. Altrettanto variegata la provenienza dei 59.057 visitatori giunti da ogni dove, per la precisione da 131 paesi. Complessivamente, il 54% dei visitatori proveniva dall'estero e di esso il 79% dall'Europa. In media i visitatori hanno trascorso due giorni in fiera per scoprire nel dettaglio le innovazioni e le nuove tendenze della R+T.

Didascalie delle immagini:

RundT_18_PM8_Renson: combinando vari moduli è possibile creare facilmente ampie coperture.
Credito fotografico: Renson

RundT_18_PM8_Nova_Hüppe: alla R+T 2018 la Nova Hüppe presenterà una nuova versione del suo  Novatop Q.bus affermatosi positivamente sul mercato.
Credito fotografico: Nova Hüppe

zurück zur Übersicht