Nutzungsbedingungen für Pressematerial der Messe Stuttgart

Sämtliche Bilder dürfen ausschließlich von Verlagen und Journalisten zu redaktionellen Zwecken im Rahmen der Berichterstattung über die Messe Stuttgart, ihre Tochtergesellschaften und deren Veranstaltungen, einschließlich Gastveranstaltungen und Kongressen, auf dem Gelände der Messe Stuttgart verwendet werden. Jede anderweitige Verwendung (für Werbezwecke) ist nur mit vorheriger schriftlicher Zustimmung der Messe Stuttgart zulässig (einzuholen unter presse(at)messe-stuttgart.de). Eine Verfremdung oder sonstige Abänderung der Bilder ist unzulässig. Als Quelle ist anzugeben „Foto: Messe Stuttgart“.

Wir bitten um Übermittlung eines Belegexemplars bzw. eines Links zu einer Veröffentlichung an: Landesmesse Stuttgart GmbH, Messepiazza 1, 70629 Stuttgart, presse(at)messe-stuttgart.de.

È tempo di raccogliere i frutti dell'efficienza

11.02.2020 - 11:14

Sostenibilità nella produzione di macchine utensili e nella lavorazione dei metalli / Gli espositori alla AMB sulla riduzione dell'impronta di CO2 delle loro macchine

A fronte di una crescente consapevolezza della sostenibilità e delle crescenti esigenze in materia di protezione del clima, un numero sempre maggiore di aziende del settore dell'industria meccanica e della lavorazione dei metalli ha iniziato la scalata all'albero dell'efficienza e della sostenibilità e sta esaminando dove è possibile raccogliere ulteriori potenzialità di ottimizzazione. Anche molti espositori di AMB 2020 si interrogano su come si possa dare un ulteriore contributo significativo nell'ottica di un'economia sostenibile. Tanto più che un numero crescente di visitatori dell'AMB nel settembre di quest'anno - e quindi molti utenti e clienti - saranno probabilmente interessati anche a questo argomento.

Garantire la longevità dei prodotti

In qualità di produttore di mezzi di serraggio, Hainbuch si concentra soprattutto sulla durata quando si tratta di conservazione delle risorse: "Molti prodotti sul mercato finiscono direttamente nella spazzatura dopo essersi consumati", afferma Stefan Nitsche, responsabile del Product Management di Hainbuch. Per questo motivo è una priorità nella nostra azienda garantire una durata estremamente lunga dei prodotti, che vada oltre la naturale usura dei singoli componenti. A tal fine, Hainbuch offre ai suoi clienti manutenzione e ispezioni regolari. In tali occasioni, ad esempio, gli elementi di serraggio a contatto con i pezzi vengono post-vulcanizzati, le eventuali irregolarità livellate e i punti soggetti a usura vengono rivestiti di nuovo. I costi per la riparazione sono una piccolissima parte rispetto ai costi di acquisto di un nuovo prodotto. Dunque un win-win-deal per tutti, per l'ambiente e l'industria.

Secondo Nitsche, anche gli stessi utenti potrebbero contribuire alla longevità dei loro dispositivi di serraggio attraverso la manutenzione preventiva: "Idealmente, le macchine dovrebbero essere fermate brevemente una volta al giorno per liberarle da trucioli e sporcizia. Il problema è che molti clienti non possono permetterselo perché devono produrre grandi quantità."

Il sistema modulare combina efficienza e sostenibilità

Un motivo importante per visitare una AMB è quello di rendere la vostra azienda o il vostro reparto sostenibile sotto il profilo economico procurando le tecnologie ottimali dal giusto produttore. Per molti utenti, la redditività della loro azienda ha ancora la massima priorità, conferma Nitsche. Ciò è dovuto principalmente alla sempre maggiore pressione competitiva, riferisce dalla sua esperienza. Il compito dell'industria degli utensili è quindi quello di coniugare sostenibilità ed efficienza per i clienti. A tal fine, Hainbuch offre agli utenti un sistema modulare con il quale le macchine utensili possono essere adattate a diversi ordini di produzione senza costi aggiuntivi: così, per le diverse geometrie del pezzo non è più necessario sostituire l'intero mezzo di serraggio, ma solo inserire in esso il corrispondente adattatore. Questo fa una grande differenza, soprattutto per le ditte di lavorazioni conto terzi. Qui le aziende produttrici cambiano spesso più volte al giorno i loro dispositivi di serraggio per lavorare diversi componenti. Quando si cambiano interi dispositivi di bloccaggio, un tale processo di cambio richiede dai 20 ai 30 minuti, con il sistema modulare ne occorrono solo uno o due. "Grazie alle nostre interfacce a cambio rapido, i nostri clienti possono effettuare il cambio così rapidamente da riuscire a risparmiare intere macchine grazie al tempo di attrezzaggio risparmiato", spiega Nitsche. Questo a sua volta è tanto più importante anche in termini di sostenibilità.

Evitare il turismo dei pezzi

Un aspetto importante della sostenibilità è quello di mettere costantemente alla prova i propri prodotti e processi di produzione. Un aspetto importante, soprattutto nel campo dell'industria meccanica, è anche quello di consentire all'utilizzatore di macchine e impianti di produrre in modo più efficiente e nel rispetto dell'ambiente. A tale scopo i visitatori dell'AMB fanno un uso intensivo del programma di contorno, ma sfidano anche gli espositori in discussioni personali direttamente presso i loro stand. "I nostri clienti stanno già cercando di produrre componenti nel modo più rispettoso delle risorse. In qualità di produttori di macchine utensili, li sosteniamo in questo processo concentrando il maggior numero possibile di fasi di lavorazione diverse in un'unica macchina", afferma Olaf Furtmeier, Direttore Generale di Burkhardt+Weber. Ancora oggi non è raro, ad esempio, che un componente con nove operazioni di attrezzaggio venga prodotto su quattro macchine diverse: tornitura, lavorazione cubica, dentatura e rettifica. "Quando queste fasi vengono eseguite in tre operazioni di attrezzaggio e in una sola macchina, l'intero processo diventa più efficiente. E impediamo anche il cosiddetto turismo dei pezzi", sottolinea.

Anche i tempi di consegna e il rischio si ridurrebbero se un componente fosse lavorato con una sola operazione di bloccaggio. "L'impronta ecologica viene migliorata risparmiando risorse, energia, tempo e spazio. Per raggiungere questo obiettivo, la sfida per noi, costruttori di macchine, è che dobbiamo affrontare metodi di lavorazione che prima ci erano piuttosto estranei, come la rettifica o la dentatura", dice Furtmeier, descrivendo gli sforzi necessari. Ciò è tanto più vero in quanto le altre possibilità sono state in gran parte esaurite. Parola chiave efficienza energetica: "Per impostare in modo ottimale le nostre macchine in questo senso, utilizziamo già da tempo i corrispondenti pacchetti di azionamento e controllo efficienti del nostro fornitore Siemens per l'impiego nelle nostre macchine utensili. Con questo l'argomento è abbastanza esaurito"

Flessibilità contro specializzazione

Un aspetto della sostenibilità dal punto di vista dei costruttori di macchine utensili, che i visitatori di AMB possono sperimentare in prima persona, è la strategia: "Costruiamo macchine per lavorazioni pesanti. I nostri clienti hanno l'esigenza di lavorare con asportazione di truciolo componenti molto grandi, con grande precisione e per un lungo periodo di tempo", afferma Furtmeier. "Non è raro che macchine vecchie di 25 anni lavorino ancora oggi con la stessa precisione. Questo perché i nostri ingegneri progettano senza compromessi le macchine per la lavorazione pesante", afferma Furtmeier. Altri produttori preferirebbero seguire l'approccio dell'alta flessibilità, cioè produrre macchine che possono essere utilizzate in modo molto flessibile, dalla lavorazione del metallo leggero con elevate velocità del mandrino ed elevate accelerazioni fino ai componenti pesanti. "Noi non ambiamo a fare entrambe le cose, ma ci concentriamo sulle lavorazioni pesanti e di conseguenza progettiamo parametri decisivi come il dimensionamento meccanico. Questo è ciò che rende le nostre macchine così durevoli - un aspetto importante della sostenibilità a mio avviso", spiega Furtmeier.

"Abbiamo anche notato che la tecnologia degli utensili o della lavorazione è spesso molto più avanzata della macchina su cui vengono utilizzati", aggiunge Furtmeier. Di conseguenza, in molti casi, le opzioni performanti degli utensili moderni non possono essere richiamate affatto. "Con noi è proprio il contrario: portiamo gli strumenti al limite. Prendiamo ad esempio la lavorazione del titanio per componenti di aerei: qui siamo stati in grado di aumentare le prestazioni fino al 30%. Una macchina che si presume più costosa si ripaga da sola e protegge l'ambiente perché può essere utilizzata più a lungo, ha una profondità di prestazioni più elevata e la precisione è garantita per molti anni", afferma. La sostenibilità ha anche molto a che fare con l'ottenere il massimo dall'intero processo. In questo modo si risparmiano risorse come macchine, tempo di lavoro, spazio, energia e materie prime.

Meno rifiuti, più riciclo

Il risparmio di materie prime nella lavorazione dei pezzi, invece, è piuttosto da considerare come principio di buona tecnica. Secondo Gerhard Knienieder, Direttore Generale del produttore di utensili Emuge, con sede in Franconia, la tendenza verso una "near net shape" nel processo di lavorazione è in atto già da alcuni anni: anche prima della lavorazione, i pezzi vengono adattati alla forma del componente finito per ridurre il più possibile il sovrametallo per la lavorazione. Più il pezzo grezzo è vicino al componente finito, più velocemente il lavoro viene eseguito e, come ulteriore vantaggio, ci sono meno scarti di trucioli in produzione. Di conseguenza, l'operazione di sgrossatura durante la fresatura, ad esempio, si riduce, mentre acquista importanza l'operazione di finitura.

Anche il riciclaggio dei rifiuti è da tempo una pratica consolidata nel settore della lavorazione dei metalli. I trucioli di metallo e gli altri rifiuti di produzione vengono raccolti dalle aziende produttrici stesse o da aziende specializzate nel riciclaggio e ricondotti all'estrazione del metallo grezzo. Secondo Knienieder, si tratta di un processo importante e comune, soprattutto nel caso di metalli preziosi contenenti cobalto e tungsteno, utilizzati anche in Emuge nella fabbricazione di utensili.

Conservare le risorse attraverso la lubrificazione in quantità minima

Un'altra tendenza nell'ottica della sostenibilità nel settore della lavorazione dei metalli, su cui molti visitatori della AMB si informano: invece di grandi quantità di refrigeranti e di altri lubrificanti, ci si orienta sempre più verso la lubrificazione in quantità minima: "Per la lavorazione basta qui solo più un filo d'olio, cosa che naturalmente è estremamente efficiente sotto il profilo delle risorse", dice Knienieder. Questa tecnologia viene già utilizzata nella produzione in serie soprattutto nell'industria automobilistica. Ora è compito dei produttori di utensili preparare sempre di più utensili per questo tipo di utilizzo. Knienieder vede il maggiore potenziale di risparmio energetico durante la produzione: "Dobbiamo fare in modo che in produzione venga utilizzata meno energia. Non solo per evitare CO2, ma anche per interesse personale in termini di risparmio sui costi" Anche la digitalizzazione aiuta a sviluppare processi con il minor apporto di energia possibile. Ciononostante nel lungo periodo è essenziale che le aziende esaminino l'intera catena di produzione e di fornitura nell'ottica della sostenibilità. In futuro, ad esempio, la sua azienda dovrà rivolgersi anche ai fornitori per farsi un'idea dell'impronta di carbonio dell'acciaio grezzo che acquista: "Tra qualche anno dovremo essere in grado di dimostrare qual è l'impronta di carbonio dei nostri singoli prodotti.
È quindi importante non solo documentare il consumo di energia, ma anche ripartirlo. E naturalmente continuare a ridurre le emissioni a lungo termine"

L'alta percentuale di pezzi buoni consente di risparmiare risorse

Non solo per gli effetti della trasparenza, molti osservatori vedono una grande opportunità nella digitalizzazione del processo di produzione in considerazione delle sue molte potenzialità. Vale la pena di guardare le novità in questo settore durante la visita alla AMB: "Recentemente ci siamo riposizionati con il nostro sistema CAM Esprit per le macchine CNC. Un aspetto chiave in questo caso era la questione della sostenibilità", dice Kai Lehmann, Sales and Channel Manager di DP Technology. In considerazione della crescente carenza di personale qualificato, il software per la programmazione di una macchina utensile deve essere innanzitutto facile da usare. L'obiettivo deve essere quello di arrivare al prodotto finito sulla macchina in modo semplice e veloce. "Abbiamo integrato nel software una grande quantità di conoscenze per rendere la preparazione del processo di lavorazione sostenibile in termini di programmazione. Un aspetto importante è che abbiamo raggiunto un alto grado di riproducibilità", afferma Lehmann. Se più pezzi lavorati sono buoni perché la ripetibilità dei processi è migliorata, ciò ha un effetto diretto sulla conservazione delle risorse.

Anche in questo caso la flessibilità gioca un ruolo decisivo: "Utilizzando elementi di intelligenza artificiale, abbiamo aumentato le performance. Maggior sfruttamento delle macchine e minor tempo per adattarle alle commesse, anche questo ha un effetto positivo sull'ambiente", dice Lehmann. Questo risultato è stato ottenuto facendo reagire più rapidamente il software ai cambiamenti. Ad esempio, un ordine di lavorazione, che è stato originariamente progettato per un sistema di controllo Siemens, può essere prodotto rapidamente anche su una Heidenhain, oppure una lavorazione, che è stata progettata su una fresatrice, può essere eseguita in pochi step su un tornio/fresatrice.

Percorsi utensile automatizzati
È difficile quantificare l'influenza concreta che ha, sull'aspetto della sostenibilità, la risoluzione di molte delle classiche sfide nella lavorazione dei metalli. È chiaro che la conservazione degli utensili e i percorsi efficienti in termini di tempo ed energia hanno un impatto crescente sull'equilibrio complessivo: "Basta prendere l'ottimizzazione della penetrazione dell'utensile.
Qui il software suggerisce procedure che sono calcolate in modo così complesso da non poter più essere eseguite da persone con programmazione manuale sul sistema di controllo. Tra le altre cose, questo previene gli urti o i picchi di sollecitazione sull'utensile, ottenendo così una formazione uniforme dei trucioli ad alte velocità di lavorazione", dice Lehmann.

Oltre agli aspetti della preparazione del lavoro e della singola macchina, l'esperienza di Lehmann dimostra che esiste anche un certo potenziale di ottimizzazione quando si considera l'intero parco macchine e il suo funzionamento. "Quando parliamo con gli utenti, vediamo che ognuno è ad un diverso livello tecnologico. Anche se molti hanno già in mente dei miglioramenti, tuttavia non riescono a stare al passo con la tecnologia in rapida evoluzione e a tenere d'occhio tutte le opzioni", afferma. Un esempio sono le considerazioni per migliorare l'efficienza complessiva dell'impianto. Anche con analisi non troppo approfondite dei tipi di macchine, del livello di utilizzo, del funzionamento su turni, dei tempi di attrezzaggio e dei tempi di manutenzione, emergono spunti per ridurre i tempi di fermo macchina. "Ciò che è buono per il ROI è in questo caso anche sostenibile", conclude.

È chiaro che gli sforzi devono essere intensificati di fronte alle sfide poste dal cambiamento climatico. Dal punto di vista di un fornitore di CAD/CAM, Lehmann vede la strada già tracciata: per raggiungere un maggiore potenziale in termini di sostenibilità in futuro, deve cambiare radicalmente il rapporto tra fornitore di software e utente. "Molte piccole aziende non riescono più a stare al passo con i salti tecnologici. Allo stesso tempo, dobbiamo riuscire ad entrare più individualmente e più profondamente nell'analisi e nell'ottimizzazione delle aziende. In futuro ci vedo più come partner tecnologici che come fornitori. Allora anche gli aspetti della sostenibilità possono essere affrontati meglio", guarda al futuro e identifica così una tendenza che interessa l'intero settore.
Il Digital Way alla AMB 2020 mostra anche come la digitalizzazione può essere implementata nella produzione e quali sono le soluzioni disponibili.

Testi integrativi

Primo passo importante verso la neutralità climatica

Nel dicembre dello scorso anno è stato reso noto che il Consiglio europeo sostiene il Green New Deal della Commissione Europea e chiede un piano d'azione concreto per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Matthias Zelinger, portavoce delle politiche climatiche ed energetiche del VDMA, ha dichiarato: "La decisione del Consiglio dimostra che l'UE sta prendendo sul serio i suoi impegni nell'ambito dell'accordo di Parigi sul clima. Il consenso dei 28 Stati membri è un primo passo importante sulla via della neutralità climatica. Tuttavia, l'impegno politico da solo non è sufficiente. La transizione verso un'economia neutrale dal punto di vista climatico sarà una sfida per tutti i settori della società, compresa l'industria. Il VDMA chiede da tempo un contesto che fornisca i giusti incentivi di mercato per la transizione verso tecnologie alternative e rispettose del clima. È incoraggiante il fatto che il Consiglio dell'UE non solo riafferma gli obiettivi, ma chiede anche condizioni quadro per facilitare la transizione delle imprese"

Compatibile per macchine e clima

Anche i produttori di lubrificanti e refrigeranti stanno ricercando e sviluppando i loro prodotti in un'ottica di sostenibilità, ad esempio l'espositore AMB Oelheld GmbH, che dichiara di ottimizzare i propri prodotti per "l'uomo, la natura e la macchina". Oltre alla funzionalità e alla compatibilità con i componenti delle macchine, l'azienda presta attenzione all'uso di materie prime sostenibili e concentra il suo sviluppo su prodotti ecologici e a risparmio di risorse che, in conformità alle normative, non contengono né metalli pesanti né idrocarburi aromatici e sono anche inodori e non irritano l'epidermide. Tra i propri obiettivi Oelheld ha posto un uso attento delle risorse e in produzione si affida a tecnologie e impianti a risparmio energetico. Gli edifici più nuovi, come il centro tecnologico e un edificio aziendale negli USA, sono progettati per essere particolarmente efficienti dal punto di vista energetico e, sostiene l'azienda, sono dotati ad esempio di moderne tecnologie di climatizzazione, ventilazione e illuminazione.

La AMB

Alla ventesima edizione della AMB che si terrà dal 15 - 19 settembre 2020 sono attesi circa 90.000 operatori e 1.500 espositori presso il centro fieristico di Stoccarda.
Su un'area di oltre 120.000 metri quadrati lordi saranno esposte le innovazioni e gli ulteriori sviluppi di macchine utensili ad asportazione di trucioli, utensili di precisione, tecniche di misura e sicurezza della qualità, robotica, tecniche di maneggio di pezzi e utensili, robot, tecniche di maneggio dei pezzi e degli utensili, Industrial Software & Engineering, componenti, gruppi assemblati e accessori. La AMB 2020 gode del sostegno dei seguenti patrocinatori: VDMA Associazione di categoria degli utensili di precisione, VDMA Associazione di categoria software e digitalizzazione e l'Unione tedesca delle fabbriche per le macchine utensili (VDW).

Ulteriori informazioni in www.amb-messe.de


l file di testo, le foto dell’edizione passata della AMB e i logo della fiera possono essere scaricati dal sito www.amb-messe.de/presse

Seguici su: www.twitter.com/AMB_Stuttgart


Didascalie immagini

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_Hainbuch-Baukasten-System:
Con il sistema modulare Hainbuch, il cambio dei dispositivi di serraggio richiede solo uno o due minuti. In termini di sostenibilità, ciò consente di risparmiare tempo di attrezzaggio e quindi intere macchine. (Fonte immagini: Hainbuch)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_FRANKEN-Application-with-C ut-and-Form: con la geometria del tagliente brevettata, le frese Cut&Form di Franken producono superfici lucidate con classe di rugosità da N1 a N3 durante la finitura. (Fonte immagini EMUGE-FRANKEN)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_EMUGE-PunchTap_Anwendung: La tecnologia di filettatura Emuge Punch Tap fa risparmiare risorse nella produzione in serie. Consente un risparmio di tempo fino al 75% ed è progettata per una lubrificazione in quantità minima. (Fonte immagini EMUGE-FRANKEN)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_FRANKEN-Circle-Segment-Taper: Con i loro ampi raggi nella zona di taglio, le frese a segmenti circolari Franken offrono notevoli vantaggi per la qualità della superficie e il tempo di lavorazione. (Fonte immagini EMUGE-FRANKEN)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_AMB-Aussteller-praesentieren -nachhaltige-Loesungen: alla AMB 2020, espositori e visitatori discuteranno anche della conservazione delle risorse e della sostenibilità dei prodotti. (fonte immagini Messe Stuttgart)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_AMB-Richtungsweisend: AMB come orientamento per il futuro: che si tratti di digitalizzazione nella produzione, conservazione delle risorse o sostenibilità: alla AMB 2020 gli espositori internazionali presentano le loro soluzioni. (fonte immagini Messe Stuttgart)

Alle Medien als .zip herunterladenzurück zur Übersicht

È tempo di raccogliere i frutti dell'efficienza

11.02.2020 - 11:14

Sostenibilità nella produzione di macchine utensili e nella lavorazione dei metalli / Gli espositori alla AMB sulla riduzione dell'impronta di CO2 delle loro macchine

A fronte di una crescente consapevolezza della sostenibilità e delle crescenti esigenze in materia di protezione del clima, un numero sempre maggiore di aziende del settore dell'industria meccanica e della lavorazione dei metalli ha iniziato la scalata all'albero dell'efficienza e della sostenibilità e sta esaminando dove è possibile raccogliere ulteriori potenzialità di ottimizzazione. Anche molti espositori di AMB 2020 si interrogano su come si possa dare un ulteriore contributo significativo nell'ottica di un'economia sostenibile. Tanto più che un numero crescente di visitatori dell'AMB nel settembre di quest'anno - e quindi molti utenti e clienti - saranno probabilmente interessati anche a questo argomento.

Garantire la longevità dei prodotti

In qualità di produttore di mezzi di serraggio, Hainbuch si concentra soprattutto sulla durata quando si tratta di conservazione delle risorse: "Molti prodotti sul mercato finiscono direttamente nella spazzatura dopo essersi consumati", afferma Stefan Nitsche, responsabile del Product Management di Hainbuch. Per questo motivo è una priorità nella nostra azienda garantire una durata estremamente lunga dei prodotti, che vada oltre la naturale usura dei singoli componenti. A tal fine, Hainbuch offre ai suoi clienti manutenzione e ispezioni regolari. In tali occasioni, ad esempio, gli elementi di serraggio a contatto con i pezzi vengono post-vulcanizzati, le eventuali irregolarità livellate e i punti soggetti a usura vengono rivestiti di nuovo. I costi per la riparazione sono una piccolissima parte rispetto ai costi di acquisto di un nuovo prodotto. Dunque un win-win-deal per tutti, per l'ambiente e l'industria.

Secondo Nitsche, anche gli stessi utenti potrebbero contribuire alla longevità dei loro dispositivi di serraggio attraverso la manutenzione preventiva: "Idealmente, le macchine dovrebbero essere fermate brevemente una volta al giorno per liberarle da trucioli e sporcizia. Il problema è che molti clienti non possono permetterselo perché devono produrre grandi quantità."

Il sistema modulare combina efficienza e sostenibilità

Un motivo importante per visitare una AMB è quello di rendere la vostra azienda o il vostro reparto sostenibile sotto il profilo economico procurando le tecnologie ottimali dal giusto produttore. Per molti utenti, la redditività della loro azienda ha ancora la massima priorità, conferma Nitsche. Ciò è dovuto principalmente alla sempre maggiore pressione competitiva, riferisce dalla sua esperienza. Il compito dell'industria degli utensili è quindi quello di coniugare sostenibilità ed efficienza per i clienti. A tal fine, Hainbuch offre agli utenti un sistema modulare con il quale le macchine utensili possono essere adattate a diversi ordini di produzione senza costi aggiuntivi: così, per le diverse geometrie del pezzo non è più necessario sostituire l'intero mezzo di serraggio, ma solo inserire in esso il corrispondente adattatore. Questo fa una grande differenza, soprattutto per le ditte di lavorazioni conto terzi. Qui le aziende produttrici cambiano spesso più volte al giorno i loro dispositivi di serraggio per lavorare diversi componenti. Quando si cambiano interi dispositivi di bloccaggio, un tale processo di cambio richiede dai 20 ai 30 minuti, con il sistema modulare ne occorrono solo uno o due. "Grazie alle nostre interfacce a cambio rapido, i nostri clienti possono effettuare il cambio così rapidamente da riuscire a risparmiare intere macchine grazie al tempo di attrezzaggio risparmiato", spiega Nitsche. Questo a sua volta è tanto più importante anche in termini di sostenibilità.

Evitare il turismo dei pezzi

Un aspetto importante della sostenibilità è quello di mettere costantemente alla prova i propri prodotti e processi di produzione. Un aspetto importante, soprattutto nel campo dell'industria meccanica, è anche quello di consentire all'utilizzatore di macchine e impianti di produrre in modo più efficiente e nel rispetto dell'ambiente. A tale scopo i visitatori dell'AMB fanno un uso intensivo del programma di contorno, ma sfidano anche gli espositori in discussioni personali direttamente presso i loro stand. "I nostri clienti stanno già cercando di produrre componenti nel modo più rispettoso delle risorse. In qualità di produttori di macchine utensili, li sosteniamo in questo processo concentrando il maggior numero possibile di fasi di lavorazione diverse in un'unica macchina", afferma Olaf Furtmeier, Direttore Generale di Burkhardt+Weber. Ancora oggi non è raro, ad esempio, che un componente con nove operazioni di attrezzaggio venga prodotto su quattro macchine diverse: tornitura, lavorazione cubica, dentatura e rettifica. "Quando queste fasi vengono eseguite in tre operazioni di attrezzaggio e in una sola macchina, l'intero processo diventa più efficiente. E impediamo anche il cosiddetto turismo dei pezzi", sottolinea.

Anche i tempi di consegna e il rischio si ridurrebbero se un componente fosse lavorato con una sola operazione di bloccaggio. "L'impronta ecologica viene migliorata risparmiando risorse, energia, tempo e spazio. Per raggiungere questo obiettivo, la sfida per noi, costruttori di macchine, è che dobbiamo affrontare metodi di lavorazione che prima ci erano piuttosto estranei, come la rettifica o la dentatura", dice Furtmeier, descrivendo gli sforzi necessari. Ciò è tanto più vero in quanto le altre possibilità sono state in gran parte esaurite. Parola chiave efficienza energetica: "Per impostare in modo ottimale le nostre macchine in questo senso, utilizziamo già da tempo i corrispondenti pacchetti di azionamento e controllo efficienti del nostro fornitore Siemens per l'impiego nelle nostre macchine utensili. Con questo l'argomento è abbastanza esaurito"

Flessibilità contro specializzazione

Un aspetto della sostenibilità dal punto di vista dei costruttori di macchine utensili, che i visitatori di AMB possono sperimentare in prima persona, è la strategia: "Costruiamo macchine per lavorazioni pesanti. I nostri clienti hanno l'esigenza di lavorare con asportazione di truciolo componenti molto grandi, con grande precisione e per un lungo periodo di tempo", afferma Furtmeier. "Non è raro che macchine vecchie di 25 anni lavorino ancora oggi con la stessa precisione. Questo perché i nostri ingegneri progettano senza compromessi le macchine per la lavorazione pesante", afferma Furtmeier. Altri produttori preferirebbero seguire l'approccio dell'alta flessibilità, cioè produrre macchine che possono essere utilizzate in modo molto flessibile, dalla lavorazione del metallo leggero con elevate velocità del mandrino ed elevate accelerazioni fino ai componenti pesanti. "Noi non ambiamo a fare entrambe le cose, ma ci concentriamo sulle lavorazioni pesanti e di conseguenza progettiamo parametri decisivi come il dimensionamento meccanico. Questo è ciò che rende le nostre macchine così durevoli - un aspetto importante della sostenibilità a mio avviso", spiega Furtmeier.

"Abbiamo anche notato che la tecnologia degli utensili o della lavorazione è spesso molto più avanzata della macchina su cui vengono utilizzati", aggiunge Furtmeier. Di conseguenza, in molti casi, le opzioni performanti degli utensili moderni non possono essere richiamate affatto. "Con noi è proprio il contrario: portiamo gli strumenti al limite. Prendiamo ad esempio la lavorazione del titanio per componenti di aerei: qui siamo stati in grado di aumentare le prestazioni fino al 30%. Una macchina che si presume più costosa si ripaga da sola e protegge l'ambiente perché può essere utilizzata più a lungo, ha una profondità di prestazioni più elevata e la precisione è garantita per molti anni", afferma. La sostenibilità ha anche molto a che fare con l'ottenere il massimo dall'intero processo. In questo modo si risparmiano risorse come macchine, tempo di lavoro, spazio, energia e materie prime.

Meno rifiuti, più riciclo

Il risparmio di materie prime nella lavorazione dei pezzi, invece, è piuttosto da considerare come principio di buona tecnica. Secondo Gerhard Knienieder, Direttore Generale del produttore di utensili Emuge, con sede in Franconia, la tendenza verso una "near net shape" nel processo di lavorazione è in atto già da alcuni anni: anche prima della lavorazione, i pezzi vengono adattati alla forma del componente finito per ridurre il più possibile il sovrametallo per la lavorazione. Più il pezzo grezzo è vicino al componente finito, più velocemente il lavoro viene eseguito e, come ulteriore vantaggio, ci sono meno scarti di trucioli in produzione. Di conseguenza, l'operazione di sgrossatura durante la fresatura, ad esempio, si riduce, mentre acquista importanza l'operazione di finitura.

Anche il riciclaggio dei rifiuti è da tempo una pratica consolidata nel settore della lavorazione dei metalli. I trucioli di metallo e gli altri rifiuti di produzione vengono raccolti dalle aziende produttrici stesse o da aziende specializzate nel riciclaggio e ricondotti all'estrazione del metallo grezzo. Secondo Knienieder, si tratta di un processo importante e comune, soprattutto nel caso di metalli preziosi contenenti cobalto e tungsteno, utilizzati anche in Emuge nella fabbricazione di utensili.

Conservare le risorse attraverso la lubrificazione in quantità minima

Un'altra tendenza nell'ottica della sostenibilità nel settore della lavorazione dei metalli, su cui molti visitatori della AMB si informano: invece di grandi quantità di refrigeranti e di altri lubrificanti, ci si orienta sempre più verso la lubrificazione in quantità minima: "Per la lavorazione basta qui solo più un filo d'olio, cosa che naturalmente è estremamente efficiente sotto il profilo delle risorse", dice Knienieder. Questa tecnologia viene già utilizzata nella produzione in serie soprattutto nell'industria automobilistica. Ora è compito dei produttori di utensili preparare sempre di più utensili per questo tipo di utilizzo. Knienieder vede il maggiore potenziale di risparmio energetico durante la produzione: "Dobbiamo fare in modo che in produzione venga utilizzata meno energia. Non solo per evitare CO2, ma anche per interesse personale in termini di risparmio sui costi" Anche la digitalizzazione aiuta a sviluppare processi con il minor apporto di energia possibile. Ciononostante nel lungo periodo è essenziale che le aziende esaminino l'intera catena di produzione e di fornitura nell'ottica della sostenibilità. In futuro, ad esempio, la sua azienda dovrà rivolgersi anche ai fornitori per farsi un'idea dell'impronta di carbonio dell'acciaio grezzo che acquista: "Tra qualche anno dovremo essere in grado di dimostrare qual è l'impronta di carbonio dei nostri singoli prodotti.
È quindi importante non solo documentare il consumo di energia, ma anche ripartirlo. E naturalmente continuare a ridurre le emissioni a lungo termine"

L'alta percentuale di pezzi buoni consente di risparmiare risorse

Non solo per gli effetti della trasparenza, molti osservatori vedono una grande opportunità nella digitalizzazione del processo di produzione in considerazione delle sue molte potenzialità. Vale la pena di guardare le novità in questo settore durante la visita alla AMB: "Recentemente ci siamo riposizionati con il nostro sistema CAM Esprit per le macchine CNC. Un aspetto chiave in questo caso era la questione della sostenibilità", dice Kai Lehmann, Sales and Channel Manager di DP Technology. In considerazione della crescente carenza di personale qualificato, il software per la programmazione di una macchina utensile deve essere innanzitutto facile da usare. L'obiettivo deve essere quello di arrivare al prodotto finito sulla macchina in modo semplice e veloce. "Abbiamo integrato nel software una grande quantità di conoscenze per rendere la preparazione del processo di lavorazione sostenibile in termini di programmazione. Un aspetto importante è che abbiamo raggiunto un alto grado di riproducibilità", afferma Lehmann. Se più pezzi lavorati sono buoni perché la ripetibilità dei processi è migliorata, ciò ha un effetto diretto sulla conservazione delle risorse.

Anche in questo caso la flessibilità gioca un ruolo decisivo: "Utilizzando elementi di intelligenza artificiale, abbiamo aumentato le performance. Maggior sfruttamento delle macchine e minor tempo per adattarle alle commesse, anche questo ha un effetto positivo sull'ambiente", dice Lehmann. Questo risultato è stato ottenuto facendo reagire più rapidamente il software ai cambiamenti. Ad esempio, un ordine di lavorazione, che è stato originariamente progettato per un sistema di controllo Siemens, può essere prodotto rapidamente anche su una Heidenhain, oppure una lavorazione, che è stata progettata su una fresatrice, può essere eseguita in pochi step su un tornio/fresatrice.

Percorsi utensile automatizzati
È difficile quantificare l'influenza concreta che ha, sull'aspetto della sostenibilità, la risoluzione di molte delle classiche sfide nella lavorazione dei metalli. È chiaro che la conservazione degli utensili e i percorsi efficienti in termini di tempo ed energia hanno un impatto crescente sull'equilibrio complessivo: "Basta prendere l'ottimizzazione della penetrazione dell'utensile.
Qui il software suggerisce procedure che sono calcolate in modo così complesso da non poter più essere eseguite da persone con programmazione manuale sul sistema di controllo. Tra le altre cose, questo previene gli urti o i picchi di sollecitazione sull'utensile, ottenendo così una formazione uniforme dei trucioli ad alte velocità di lavorazione", dice Lehmann.

Oltre agli aspetti della preparazione del lavoro e della singola macchina, l'esperienza di Lehmann dimostra che esiste anche un certo potenziale di ottimizzazione quando si considera l'intero parco macchine e il suo funzionamento. "Quando parliamo con gli utenti, vediamo che ognuno è ad un diverso livello tecnologico. Anche se molti hanno già in mente dei miglioramenti, tuttavia non riescono a stare al passo con la tecnologia in rapida evoluzione e a tenere d'occhio tutte le opzioni", afferma. Un esempio sono le considerazioni per migliorare l'efficienza complessiva dell'impianto. Anche con analisi non troppo approfondite dei tipi di macchine, del livello di utilizzo, del funzionamento su turni, dei tempi di attrezzaggio e dei tempi di manutenzione, emergono spunti per ridurre i tempi di fermo macchina. "Ciò che è buono per il ROI è in questo caso anche sostenibile", conclude.

È chiaro che gli sforzi devono essere intensificati di fronte alle sfide poste dal cambiamento climatico. Dal punto di vista di un fornitore di CAD/CAM, Lehmann vede la strada già tracciata: per raggiungere un maggiore potenziale in termini di sostenibilità in futuro, deve cambiare radicalmente il rapporto tra fornitore di software e utente. "Molte piccole aziende non riescono più a stare al passo con i salti tecnologici. Allo stesso tempo, dobbiamo riuscire ad entrare più individualmente e più profondamente nell'analisi e nell'ottimizzazione delle aziende. In futuro ci vedo più come partner tecnologici che come fornitori. Allora anche gli aspetti della sostenibilità possono essere affrontati meglio", guarda al futuro e identifica così una tendenza che interessa l'intero settore.
Il Digital Way alla AMB 2020 mostra anche come la digitalizzazione può essere implementata nella produzione e quali sono le soluzioni disponibili.

Testi integrativi

Primo passo importante verso la neutralità climatica

Nel dicembre dello scorso anno è stato reso noto che il Consiglio europeo sostiene il Green New Deal della Commissione Europea e chiede un piano d'azione concreto per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Matthias Zelinger, portavoce delle politiche climatiche ed energetiche del VDMA, ha dichiarato: "La decisione del Consiglio dimostra che l'UE sta prendendo sul serio i suoi impegni nell'ambito dell'accordo di Parigi sul clima. Il consenso dei 28 Stati membri è un primo passo importante sulla via della neutralità climatica. Tuttavia, l'impegno politico da solo non è sufficiente. La transizione verso un'economia neutrale dal punto di vista climatico sarà una sfida per tutti i settori della società, compresa l'industria. Il VDMA chiede da tempo un contesto che fornisca i giusti incentivi di mercato per la transizione verso tecnologie alternative e rispettose del clima. È incoraggiante il fatto che il Consiglio dell'UE non solo riafferma gli obiettivi, ma chiede anche condizioni quadro per facilitare la transizione delle imprese"

Compatibile per macchine e clima

Anche i produttori di lubrificanti e refrigeranti stanno ricercando e sviluppando i loro prodotti in un'ottica di sostenibilità, ad esempio l'espositore AMB Oelheld GmbH, che dichiara di ottimizzare i propri prodotti per "l'uomo, la natura e la macchina". Oltre alla funzionalità e alla compatibilità con i componenti delle macchine, l'azienda presta attenzione all'uso di materie prime sostenibili e concentra il suo sviluppo su prodotti ecologici e a risparmio di risorse che, in conformità alle normative, non contengono né metalli pesanti né idrocarburi aromatici e sono anche inodori e non irritano l'epidermide. Tra i propri obiettivi Oelheld ha posto un uso attento delle risorse e in produzione si affida a tecnologie e impianti a risparmio energetico. Gli edifici più nuovi, come il centro tecnologico e un edificio aziendale negli USA, sono progettati per essere particolarmente efficienti dal punto di vista energetico e, sostiene l'azienda, sono dotati ad esempio di moderne tecnologie di climatizzazione, ventilazione e illuminazione.

La AMB

Alla ventesima edizione della AMB che si terrà dal 15 - 19 settembre 2020 sono attesi circa 90.000 operatori e 1.500 espositori presso il centro fieristico di Stoccarda.
Su un'area di oltre 120.000 metri quadrati lordi saranno esposte le innovazioni e gli ulteriori sviluppi di macchine utensili ad asportazione di trucioli, utensili di precisione, tecniche di misura e sicurezza della qualità, robotica, tecniche di maneggio di pezzi e utensili, robot, tecniche di maneggio dei pezzi e degli utensili, Industrial Software & Engineering, componenti, gruppi assemblati e accessori. La AMB 2020 gode del sostegno dei seguenti patrocinatori: VDMA Associazione di categoria degli utensili di precisione, VDMA Associazione di categoria software e digitalizzazione e l'Unione tedesca delle fabbriche per le macchine utensili (VDW).

Ulteriori informazioni in www.amb-messe.de


l file di testo, le foto dell’edizione passata della AMB e i logo della fiera possono essere scaricati dal sito www.amb-messe.de/presse

Seguici su: www.twitter.com/AMB_Stuttgart


Didascalie immagini

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_Hainbuch-Baukasten-System:
Con il sistema modulare Hainbuch, il cambio dei dispositivi di serraggio richiede solo uno o due minuti. In termini di sostenibilità, ciò consente di risparmiare tempo di attrezzaggio e quindi intere macchine. (Fonte immagini: Hainbuch)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_FRANKEN-Application-with-C ut-and-Form: con la geometria del tagliente brevettata, le frese Cut&Form di Franken producono superfici lucidate con classe di rugosità da N1 a N3 durante la finitura. (Fonte immagini EMUGE-FRANKEN)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_EMUGE-PunchTap_Anwendung: La tecnologia di filettatura Emuge Punch Tap fa risparmiare risorse nella produzione in serie. Consente un risparmio di tempo fino al 75% ed è progettata per una lubrificazione in quantità minima. (Fonte immagini EMUGE-FRANKEN)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_FRANKEN-Circle-Segment-Taper: Con i loro ampi raggi nella zona di taglio, le frese a segmenti circolari Franken offrono notevoli vantaggi per la qualità della superficie e il tempo di lavorazione. (Fonte immagini EMUGE-FRANKEN)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_AMB-Aussteller-praesentieren -nachhaltige-Loesungen: alla AMB 2020, espositori e visitatori discuteranno anche della conservazione delle risorse e della sostenibilità dei prodotti. (fonte immagini Messe Stuttgart)

AMB20_PM04_Zeit-Effizienz-Fruechte-zu-ernten_AMB-Richtungsweisend: AMB come orientamento per il futuro: che si tratti di digitalizzazione nella produzione, conservazione delle risorse o sostenibilità: alla AMB 2020 gli espositori internazionali presentano le loro soluzioni. (fonte immagini Messe Stuttgart)

Alle Medien als .zip herunterladenzurück zur Übersicht

Fotos der AMB

  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Zur AMB 2020 werden rund 90.000 internationale Fachbesucher und 1.500 Aussteller auf dem Stuttgarter Messegelände erwartet.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Vom 15. bis 19. September 2020 schlägt das Herz der Metallbearbeitung bereits zum 20. Mal in Stuttgart. (Hauptbild)BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Die Aussteller der AMB zeigen Lösungsansätze und Konzepte für die Produktion von morgen.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Auf einer Fläche von mehr als 120.000 Bruttoquadratmetern stehen dann Innovationen und Weiterentwicklungen in der Metallbe- und verarbeitung im Fokus.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Aktuelle Themen der AMB 2020 werden unter anderem die Digitalisierung in der Fertigung, Additiv Manufacturing in der Metallbearbeitung oder die Weiterentwicklungen in der e-Mobilität sein.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    2018 hat die AMB Bestmarken aufgestellt. Noch nie konnte so viel Ausstellungsfläche belegt werden und kamen so viele Aussteller und Besucher auf das Messegelände. AMB20_PM01_AMB_feiert_Jubilaeum_7: Die AMB – Internationale Ausstellung für Metallbearbeitung präsentiert spanende und abtragende Werkzeugmaschinen, Präzisionswerkzeuge, Messtechnik und Qualitätssicherung, Roboter, Werkstück- und Werkzeughandhabungstechnik, Industrial Software & Engineering, Bauteile, Baugruppen und Zubehör.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Die AMB – Internationale Ausstellung für Metallbearbeitung präsentiert spanende und abtragende Werkzeugmaschinen, Präzisionswerkzeuge, Messtechnik und Qualitätssicherung, Roboter, Werkstück- und Werkzeughandhabungstechnik, Industrial Software & Engineering, Bauteile, Baugruppen und Zubehör.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM01

    AMB_2020_PM01

    Für die AMB 2020 erwartet der Messe-Chef erneut die volle Geländebelegung.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM02

    AMB_2020_PM02

    Die Anmeldephase für die AMB 2020 ist beendet. Das Projektteam prüft jetzt die Anmeldungen und erarbeitet die ersten Platzierungsvorschläge.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM02

    AMB_2020_PM02

    Auch die 20. AMB, die vom 15. bis 19. September 2020 auf der Messe Stuttgart stattfindet, wird wieder restlos ausgebucht und das gesamte Messegelände belegt sein.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM02

    AMB_2020_PM02

    Dann präsentieren an fünf Messetagen alle namhaften Aussteller ihre Innovationen und Weiterentwicklungen für die metallbe- und verarbeitende Industrie.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM02

    AMB_2020_PM02

    Rund 90.000 internationale Fachbesucher und 1.500 Aussteller werden zur AMB 2020 auf dem Stuttgarter Messegelände erwartet.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020

    AMB 2020

    Fachmessen wie die AMB – 15. bis 19. September 2020 – bieten die optimale Plattform, um sich gerade in konjunkturell schwächeren Zeiten, für die Zukunft gut aufzustellen.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020

    AMB 2020

    Die Aussteller der AMB zeigen welche Innovationen und Weiterentwicklungen die metallbe- und verarbeitende Industrie bei anstehenden strategischen Entscheidungen unterstützen können.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020

    AMB 2020

    Rund 90.000 internationale Fachbesucher und 1.500 Aussteller werden zur AMB 2020 auf dem Stuttgarter Messegelände erwartet.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB 2020: PM Nr. 4

    Zur AMB 2020 werden Aussteller und Besucher auch über Ressourcenschonung und die Nachhaltigkeit von Produkten diskutieren.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB als Wegweiser: Ob Digitalisierung in der Produktion, Ressourcenschonung oder Nachhaltigkeit auf der AMB 2020 stellen internationale Aussteller ihre Lösungen vor.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB 2020: PM Nr. 4

    Die Gewindetechnologie Emuge Punch Tap schont Ressourcen in der Serienfertigung. Sie ermöglicht bis zu 75% Zeiteinsparung und ist für Minimalmengenschmierung ausgelegt.BILDNACHWEIS EMUGE-FRANKEN
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB 2020: PM Nr. 4

    Mit der patentierten Schneidengeometrie erzeugen Franken Cut&Form Fräser bei der Schlichtbearbeitung polierte Oberflächen mit Rauheitskennzahlen von N1 bis N3.BILDNACHWEIS EMUGE-FRANKEN
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB 2020: PM Nr. 4

    Der Franken Kreissegmentfräser bieten mit ihren großen Radien im schneidenden Bereich signifikante Vorteile für Oberflächengüte als auch Bearbeitungszeit.BILDNACHWEIS EMUGE-FRANKEN
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 4

    AMB 2020: PM Nr. 4

    Kein Ort ist frei von Rassismus / Die didacta – die Bildungsmesse thematisiert Diskriminierung an SchulenBILDNACHWEIS Hainbuch
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 5

    AMB 2020: PM Nr. 5

    Markus Horn, Geschäftsführer der Paul Horn GmbH.Paul Horn GmbH
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 5

    AMB 2020: PM Nr. 5

    Der Piezo-Sensor gibt Aufschluss über den Zustand des Werkzeuges während der Bearbeitung und misst selbst niedrigste Zerspankräfte mit hoher Auflösung.Paul Horn GmbH
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 5

    AMB 2020: PM Nr. 5

    Das Horn-Netzwerk nutzt beispielsweise im Bereich Beschichtung den OPC-UA-Kommunikationsstandard als wichtigen weltweiten Standard für die Industrie 4.0.Paul Horn GmbH
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 5

    AMB 2020: PM Nr. 5

    Edge-Computing in der Nähe der Maschine kommt unauffällig daher, wie dieses Edge-Device von Siemens.Siemens AG
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 5

    AMB 2020: PM Nr. 5

    Katja Tiltscher, Ausbildungsleiterin bei TRUMPFTRUMPF Group
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB 2020: PM Nr. 5

    AMB 2020: PM Nr. 5

    In der TRUMPF Lehrwerkstatt lernen Auszubildende, wie digitale Lösungen die Fertigung verbessern.TRUMPF Group
    Herunterladen in300dpi72dpi
  • AMB_2020_PM06

    AMB_2020_PM06

    1.051 AMB Aussteller haben an der Umfrage zur Durchführbarkeit der AMB teilgenommen. Das Ergebnis ist eindeutig: 57,6 Prozent der Aussteller sprechen sich für den regulären Termin im September 2022 aus.BILDNACHWEIS MESSE STUTTGART
    Herunterladen in300dpi72dpi